mercato-san-lorenzo-firenze-2

Un giorno in giro per i mercati di Firenze

Un giorno in giro per i mercati di Firenze

Firenze è la culla dell’arte, del Rinascimento ma soprattutto di commercianti. Per questo è una delle città con una lunghissima tradizione di mercati sparsi in giro in tutta la città dove poter trovare davvero di tutto. Oggi andiamo a fare una passeggiata che parte dal centro storico scoprendo qual è il mercato giusto ai prodotti che stai cercando: vestiti? Cibo? Antiquariato? Portafoglio in borsa e siamo pronti per lo shopping tra i mercati di Firenze.

 

Mercato San Lorenzo Firenze

mercato-san-lorenzo-firenze-1

I mercati a Firenze sono tanti ma ognuno conserva qualche particolare caratteristica. Il mercato di San Lorenzo è sicuramente tra i più importanti, si trova nel vivo del centro storico da Via Nazionale fino a vicino al Duomo. È diviso in due zone separate, il mercato centrale al chiuso dedicata al food e un’altra parte totalmente all’aperto che si sviluppa tra le strade della città del giglio.

Iniziamo quindi lungo le vie dove troviamo centinaia di bancarelle con pelletteria made in Tuscany, ceramiche e souvenir. Non fermatevi subito a comprare la prima cosa che vi piace, ci saranno così tanti pensierini che vorrete portare a casa da esaurire il budget nel portafoglio. Godetevi la passeggiata, siate curiosi e decidete alla fine con chi contrattare. Firenze è patria della pelletteria italiana, le botteghe e le bancarelle sono piene di giubbottini degni di un vero rocker e di borse da lavoro da business man.

L’unica cosa da dover davvero ricordare è che la domenica e lunedì non c’è il mercato, quindi scendete durante la settimana dal martedì al sabato.

L’ora di pranzo si avvicina ed è già arrivata l’acquolina in bocca. Il mercato centrale di Firenze è pieno di leccornie, fate spazio in pancia e perdetevi tra gli odori dei salumi toscani e altre specialità. In questo paradiso gastronomico di due piani si possono trovare macellai, pescivendoli, bancarelle con frutta e verdura.

Prima di scegliere chiedete un assaggio e ricordatevi di informare il venditore se è qualcosa da portare via in aereo, lo impacchetteranno a dovere e potrete far assaggiare le vostre conquiste toscane anche in casa. Sarà possibile anche vedere il processo di cucina di molte pietanze tipiche e potrete degustare miele, tartufi, formaggi e specialmente tanto vino. Il mercato centrale è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7:00 alle 14:00 e il sabato dalle 7:00 alle 17:00.

 

Il mercato delle cascine

Il Parco delle cascine che si trova lungo il fiume Arno ospita ogni martedì dalle 8:00 alle 14:00 il mercato delle cascine. Potete davvero, ma credetemi davvero, trovare qualsiasi cosa. Da vestiti nuovi e usati, oggetti per la casa e tutto ciò che vi viene in mente. In un chilometro di mercato troverete sicuramente qualcosa che vi spingerà la mano in tasca per uscire il portafogli. Se siete stanchi riposate all’interno del parco e godetevi i 118 ettaro di verde, magari potete fare un bel picnic con dei spuntini che avete comprato al mercato, come le marmellate fatte in casa spalmate sul tipico pane senza sale fiorentino. Potete arrivare al parco delle cascine con il tram se arrivate alla stazione di Santa Maria Novella oppure con l’autobus numero 17.

 

Il mercato Sant’Ambrogio

Il nostro tour non è finito, infatti manca ancora il caratteristico mercato centrale di Sant’Ambrogio dove fare una sosta per la cena che gusterete stasera. Qui potete trovare tanti omoni che parlano della Fiorentina e sono felici di farvi assaggiare il pane “sciocco”, formaggi freschi e carne toscana. Questo è davvero un mercato storico, fisso dal 1873 in Piazza Sant’Ambrogio e Piazza Ghilberti. Oltre al lato culinario ci sono bancarelle di fiori, abbigliamento ed elettrodomestici. È aperto venerdì e sabato dalle 7:00 alle 14:00.

 

Mercato del porcellino

È conosciuto anche è ricavato sotto la Loggia del Porcellino, nel vivo del centro storico. È conosciuto per la grande quantità di bancarelle che vendono pelletteria e per la presenza di una particolare statua di un cinghiale bronzeo con una fontana.

Vedrete tanta gente che mette una moneta nella sua bocca e gli strofina il naso, fatelo anche voi. Se la moneta cade vi porterà grande fortuna. Questo mercato è conosciuto anche come la Loggia del Porcellino, Loggia del Mercato nuovo – per distinguerlo da quello situato in piazza della Repubblica – e mercato della Paglia perché fin dall’Ottocento si vendevano dei bellissimi cappelli di paglia fiorentini. La struttura che ospita questo mercato è opera di G.B del Tasso ed è decorato da nicchie con statue ottocentesche che rappresentano illustri nomi della storia fiorentina.

Il mercato del porcellino si svolte ogni dal lunedì pomeriggio al sabato dalle 8:00 alle 19:00.
Adesso che siete carichi di buste è l’ora di tornare in hotel, ricchi di una nuova cultura gastronomica e di pelletteria che distingue i mercati di Firenze da quelli del resto d’Italia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *