piazza-dei-miracoli-vista-dalla-torre-di-pisa

Pisa: cosa vedere in una visita di un giorno

Pisa: cosa vedere in una visita di un giorno

Pisa è una città piccola ma con un patrimonio artistico e culturale enorme. È possibile fare un giro delle attrazioni principali in pochissimo tempo, ecco cosa vedere a Pisa in un giorno girando in bicicletta e\o a piedi. Ciò che si vive passeggiando lungo i lungarni, arrivando prima in Piazza dei Cavalieri e dopo nella famosissima Piazza dei miracoli è un’atmosfera secolare che rimanda il viaggiatore indietro nel tempo. La storia di Pisa si intreccia con le grandi repubbliche marinare dell’epoca, come quella di Venezia, rendendola ricca di testimonianze storiche importantissime per la storia italiana.

La torre di Pisa: il miracolo della fisica

torre-di-pisa

La città di Galileo Galilei è famosa per la Torre di Pisa, che con i secoli diventò pendente a causa del cedimento basale del terreno argilloso. Sembra tenuta miracolosamente in piedi ma dopo molti studi è stato dimostrato che è uno dei principi base della fisica il vero motivo. Anche se è stata progettata dall’architetto Diotisalvi, è il baricentro che cade all’interno della base di appoggio della Torre che mantiene in piedi l’intera struttura. La torre pendente si trova nella Piazza dei Miracoli ed è uno dei monumenti simboli dell’Italia. Sono note ormai le foto dei turisti che cercano di tenere la torre di lato o in mano sfruttando la prospettiva della piazza. La torre fu costruita tra il 12° e il 14° secolo, già nelle prime fasi della costruzione si notò che iniziava a inclinarsi e arrivò fino a 4,8°.

Piazza dei Miracoli: c’è tanto altro oltre la torre…

piazza-dei-miracoli-pisa

Piazza dei Miracoli è il cuore vero della città, oltre alla Torre è possibile visitare il Duomo, il Battistero e il Camposanto. La loro ubicazione così vicina non è casuale, infatti servono per rappresentare il ciclo della vita: la nascita, la vita e la morte.
Fermati spesso per guardare la piazza in tutte le diverse prospettive, è un luogo unico e suggestivo dove il color bianco è il vero protagonista. Il duomo di Pisa è un complesso di marmo grigio e bianco, decorato con marmi policromi. Al suo interno invece possiamo notare il contrasto tra i marmi neri e bianchi, un esempio dell’arte romanico pisano dell’epoca. Il campanile è proprio la famosa torre pendente che diventò uno die souvenir più regalati al mondo.

La cultura ha sede proprio in questa piazza che ospita anche il Museo dell’Opera del Duomo e il Museo delle Sinopie. Ecco una piccola chicca che può colpire i più curiosi e potete raccontare ai vostri accompagnatori: la tradizione vuole che gli studenti si rechino al Camposanto 100 giorni prima della maturità e girano intorno al Battistero quanti sono i voti che vorrebbero prendere all’esame.

Piazza dei Cavalieri: Dante narrò…

piazza-dei-cavalieri-pisa

La fama della Piazza dei Cavalieri ebbe inizio tanti secoli fa, quando Dante decise di inserire in uno dei gironi infernali il conte Ugolino della Gherardesca e la sua storia, legata alla Torre della Fame. Il conte fu imprigionato insieme alla sua progenie nella torre e si racconta che per sopravvivere dovette cibarsi proprio dei suoi figli e nipoti. Il verso della Divina Commedia narra “Più che ‘l dolor poté il digiuno”, a voi libera interpretazione. Dopo questa triste vicenda la torre della Muda venne soprannominata Torre della Fame e nel tempo fu integrata totalmente al palazzo dell’orologio. Sulla stessa piazza si affacciano anche il Palazzo della Carovana e la chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri.

Lugarno Pisa: una passeggiata suggestiva

lungarno-galilei-pisa

I lugarni di Pisa sono veramente meravigliosi, regalano viste uniche e difficilmente replicabili in altre città italiane. Lungo il lungarno mediceo troviamo le elegantissime dimore della vecchia signoria pisana tra cui il Palazzo dei Medici e il Palazzo Toscanelli. Fermatevi nel Ponte di mezzo per fotografare la Chiesa di San Matteo in Soarta, la chiesa più vicina al fiume Arno. Il palazzo accanto in passato fu la residenza di Cosimo Il vecchio e di Lorenzo Il Magnifico ma oggi è sede del Museo Nazionale San Matteo. Proseguendo si arriva facilmente al Borgo Stretto una stradina di origine medievale che sembra non essere stata corrosa dal tempo. È sede di negozi di antiquariato, botteghe storiche e loggiati.

lungarno-mediceo

Il lugarno Galilei è il cuore della movida della città, ricco di ristoranti e pub dove l’architettura moderna si interseca con l’impronta storica degli edifici nobiliari. Con una breve passeggiata, costeggiando il fiume possiamo ammirare il Palazzo Lanfranchi e la Chiesa di San Sepolcro. La chiesa dalla pianta ottagonale fu anche rifugio, ospedale e convento degli antichi templari.

Armatevi di sneakers sportive, acqua e una bici. Adesso siete pronti per visitare Pisa in un solo giorno senza perdervi nulla delle sue meraviglie.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *